google.com, pub-4425300331842125, DIRECT, f08c47fec0942fa0
CHIAMACI (+39) 327 7883519 E-MAILinfo@onenetworkitalia.it

Visibilità online Eccellenza Made in Italy

One Network Italia

REGIONE

SARDEGNA

VISIBILITÀ ONLINE IN TUTTO IL MONDO

STARTEGIE DI COMUNICAZIONE LEAD GENERATINO

APPARTAMENTI
BED & BREAKFAST
CASE VACANZA
GALLERY

TROVA IL POSTO IDEALE PER LE TUE VACANZE

Sardegna

Con One Network Italia i vostri clienti vi trovano online in modo semplice e intuitivo

Descrizione

Un viaggio navigando in un mare di smeraldo, tra piccole e grandi insenature dalla sabbia bianchissima: questa è la Sardegna, un’isola che stupisce il visitatore per i suoi contrasti naturali, luci e colori, un paese di antichissime tradizioni, immerso in una natura selvaggia e incontaminata.

Situata al centro del Mediterraneo, con un territorio prevalentemente montuoso ma privo di alte vette, la Sardegna regala al visitatore un ambiente naturale unico, nello stesso tempo aspro e dolcissimo. L’uomo, infatti, è in certe zone quasi una rara presenza; vaste superfici sono rimaste magicamente intatte, abitate da cervi, cavalli selvatici e grandi rapaci e sono ricche di piccole zone desertiche, stagni e boschi rigogliosi con alberi anche millenari.

Il mare regna incontrastato con i suoi colori e si insinua nelle calette tortuose, lungo le coste e le spiagge, nelle località più frequentate. La costa Smeralda con la sua perla, Porto Cervo, ne è un esempio. Il suo Porto Vecchio è considerato il più attrezzato porto turistico del Mediterraneo. Porto Rotondo è una località anch’essa rinomata, che si affaccia sull’ampio Golfo di Cugnana ed è popolata da ville e piazzette incastonate in una magnifica natura.

Chi al mare preferisce la montagna potrà andare alla scoperta della regione del Gennargentu, il più vasto complesso montano della Sardegna, con i suoi pittorici scenari dove la natura occupa un posto di primo piano. Molto ricca la flora e la fauna con i suoi mufloni, aquile reali, cervi sardi  e varie specie ormai sull’orlo dell’estinzione.

Tra le sue meraviglie, la Sardegna offre al visitatore i complessi nuragici sparsi su tutto il territorio, monumenti unici al mondo che testimoniano una cultura antica e ancora in parte misteriosa che va dal XV al VI secolo a C.
I Nuraghi – costruiti con grandi blocchi di pietra – si sviluppavano intorno ad una torre centrale a forma di tronco di cono che trasmette una sensazione di solidità e potenza. Si tratta di siti archeologici dove si possono ancora cogliere i segni di antiche ritualità e di vita domestica dal fascino arcaico. Tra i tanti, il complesso di Barumini in provincia di Medio Campidano è nella lista del patrimonio mondiale UNESCO.

Le province della Sardegna sono: Cagliari (capoluogo), Carbonia-Iglesias, Nuoro, Olbia-Tempio, Oristano, Medio Campidano, Sassari, Ogliastra.

Cagliari

La provincia di Cagliari si trova nella parte meridionale della Sardegna. Affacciata a Sud e ad Est sul Mar Mediterraneo, confina a Nord con le province di Nuoro, dell’Ogliastra e di Oristano e ad Ovest le province di Carbonia-Iglesias e del Medio Campidano. Si estende per 4.569 chilometri quadrati (il 19% del territorio sardo) e comprende 71 comuni, tra cui la città di Cagliari, il capoluogo della regione sarda.

Come il resto dell’isola, la provincia di Cagliari presenta un territorio molto eterogeneo: è notevole la varietà delle rocce, dei minerali, dei paesaggi montuosi, delle grotte e delle coste.

All’interno della provincia si trova il Parco naturale regionale Molentargius-Saline, un raro esempio di ecosistema presente in aree fortemente antropizzate. Si tratta di una zona tra le più importanti d’Europa per l’eccezionale numero di uccelli che vi trovano rifugio: nel solo stagno di Molentargius abitano 177 delle 330 specie che compongono l’intera famiglia degli uccelli sardi, più di un quarto della più grande famiglia di uccelli europei. In certi periodi dell’anno si arriva a superare anche i 20.000 esemplari. Tra questi, fenicotteri rosa, aironi e garzette.

Il Parco confina con una delle spiagge più vaste d’Italia, il Poetto, che si estende per circa otto chilometri ed è la principale spiaggia di Cagliari. Vicino al capoluogo si trovano inoltre il Parco regionale dei Sette Fratelli – Monte Genis, tra i più estesi dell’isola e habitat naturale del cervo sardo e il promontorio della Sella del Diavolo, chiamato così perché, secondo la leggenda, fu Lucifero, dopo essere stato cacciato dal Paradiso, a imprimere nella roccia il profilo della sua sella.

La parte orientale della provincia è occupata della subregione de il Sarabus e il Gerrei, sottoposta a ingenti lavori di bonifica all’inizio del Novecento per sconfiggere la malaria: si tratta di una zona selvaggia, ma ricca di borghi caratteristici.

Cosa vedere

Non è facile dare una priorità alle incantevoli bellezze che si possono ammirare in Sardegna. Zone come San TeodoroSanta Teresa di GalluraPoltu QuatuBaia Sardinia sono solo alcuni dei luoghi suggestivi che vale la pena di scoprire. 

Una delle prime zone da vedere è sicuramente l’Arcipelago della Maddalena con le cosiddette “sette sorelle”, cioè le isole principali dell’arcipelago. I visitatori potranno navigare lungo le coste del Parco Nazionale della Maddalena con i suoi fondali ricchi di vita per gli amanti delle immersioni. 

Caprera, la seconda isola più grande dopo la Maddalena, è ricca di pascoli e pinete ed ospita anche il luogo dove visse Garibaldi, trasformato in una casa-museo immersa nella tipica vegetazione mediterranea e ricca di cimeli che ripercorrono la vita dell’eroe dei due mondi. Sempre sull’isola rimane la sua tomba e quella della sua famiglia. 

Navigando da Caprera verso le Bocche di Bonifacio, si rimane colpiti dalla bellezza  dell’isola di Budelli, disabitata e selvaggia, con la sua incantevole spiaggia Rosa, un capolavoro naturale che deve il suo colore a coralli e conchiglie particolari.

Sempre all’estremo nord-occidentale della costa della Sardegna, di fronte al Parco Naturale dell’isola di Asinara, si estende una tra le mete turistiche più conosciute, Stintino, capace di coniugare il fascino del vivace paesino di pescatori con strutture turistiche di altissimo livello. Questo piccolo borgo marinaro, che sembra uscito dal pennello di un pittore con le sue case bianche ed il contrasto tra un mare cristallino e l’azzurro del cielo, offre infinite possibilità di svago dal golf alle escursioni e immersioni, a passeggiate in bici o a cavallo. 

Di fronte alla celebre spiaggia La Pelosa, sorge la Torre omonima, struttura aragonese del ‘500, una delle antiche torri di avvistamento presenti in tutta la Sardegna. Sulla costa  centro orientale dell’isola, nel Golfo di Orosei, si estendono spiagge da sogno caratterizzate da sabbie chiare e da una natura selvaggia che il cemento non ha deturpato. Numerose grotte e cale sono la mèta di visitatori alla scoperta di immagini e sensazioni incomparabili: Cala Biriola, la Grotta del Bue Marino, Cala Liberotto Cala Goloritzè sono solo alcuni degli scenari naturali dove il tempo sembra si è fermato. 

La Sardegna sa coniugare mare, natura, tradizioni popolari, misticismo e curiosità. Ne sono esempio le misteriose tombe dei giganti o le “domus de janas” (ovvero case delle streghe) presenti nel Sulcis Iglesiente, antiche sepolture scavate nella roccia che costellano la regione. Ma a rendere celebre la Sardegna sono soprattutto i Nuraghi, antichissime torri in pietra che costituiscono i monumenti megalitici più grandi e meglio conservati di tutta Europa. Il villaggio nuragico per eccellenza è il sito SU Nuraxi di Barumini, in provincia di Medio Campidano, considerato dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

A Cagliari, oltre ad ammirare le  numerose colonie di fenicotteri nella laguna, vale la pena assistere alle tradizionali feste e sagre che si svolgono durante l’anno tra cui la festa di S. Efisio, uno dei più importanti eventi religiosi e folkloristici di tutta la Sardegna.

Risalendo verso Oristano, una sosta obbligata è quella al sito archeologico di epoca romana, Tharros, che gode di un panorama a terrazza sul mare di forte suggestione.

Cosa fare

Stintino offre infinite possibilità di svago: golf, escursioni in barca ed immersioni, rilassanti passeggiate a piedi, in bicicletta o magari a cavallo ed esplorazioni nell’entroterra per ammirare la tipica vegetazione mediterranea o antichi reperti archeologici come i nuraghi nella vicina Porto Torres.

Il soggiorno in questa località è reso ancora più interessante se si può assistere e partecipare, a fine agosto, alla regata della Vela Latina, importante manifestazione internazionale dedicata all’antica velatura che vede giungere, nel mare cristallino di Stintino, centinaia di imbarcazioni tradizionali provenienti da tutta Italia. La Vela Latina era la tipica velatura mediterranea fin dai tempi delle Repubbliche Marinare.

La Maddalena, con le sue isole ventose ricche di insenatura naturali e di caratteristici approdi, è una mèta ideale per vacanze in barca a vela. Ma non solo: la zona è indicata anche per le escursioni a cavallo e per i percorsi in mountain bike, un modo alternativo per vivere le spiagge al tramonto e per godere,tracisti e ginestre, di panorami granitici e di scenari naturalistici.

Vale la pena effettuare un’escursione nel Parco Nazionale dell’Asinara sull’omonima isola, considerata come una delle più suggestive di tutto il Mediterraneo, tra le colonie di asinelli bianchi che lì vivono ancora allo stato brado. Svariate sono le attività che si possono svolgere, nel rispetto delle norme del parco: trekking lungo itinerari tematici, bicicletta, passeggiate equestri con cavalli nati e cresciuti sull’isola, escursioni in barca a vela,  immersioni guidate e visite con il trenino gommato che consente di ammirare i paesaggi che si incontrano sostando nei punti più suggestivi.

Nel Gennargentu, un vasto territorio montuoso di particolare bellezza, è possibile compiere diverse attività tra cui il trekking, escursioni in zone archeologiche e sci fra i rilievi di Bruncu Spina – una delle vette più elevate con i suoi 1829 mt. – e Monte Spada, in cui sono presenti impianti sciistici e strutture di ristoro.

Siti web

STRUTTURE DA NOI SELEZIONATE

Vivi un’esperienza indimenticabile One network Italia

ama l’Italia. E tu?

Resort

Hotel

Bed & breakfast

Villa

Food & Drink

Cosa assaggiare

Come nel resto dell’isola, nella provincia di Cagliari sono immancabili gli antipasti a base di affettati misti e salumi locali, accompagnati dal classico formaggio pecorino e dal pane frattau, cioè il pane carasau condito con pomodoro, olio d’oliva e parmigiano.

Nella zona costiera sono inoltre diffusi gli antipasti di mare a base di insalate di molluschi come granchi, gamberi e aragoste. Tipica della zona di Cagliari è la burrida, preparata con il gattuccio di mare condito con noci, olive e funghi.
Tra i primi, ricordiamo i malloreddus (gnocchetti sardi) con ragù di salsiccia, il mazzamurru o zuppa di pane raffermo e la sa fregula, piccole palline di pasta realizzate a mano e tostate al forno.

Tra i secondi, sono molto diffusi quelli di origine contadina come l’agnello arrosto o in umido (condito con una salsina ricavata da pomodori secchi tritati, aglio e olio di oliva) e il maialetto arrosto (su porceddu), oltre a piatti a base di capretto o cacciagione. Altro piatto tipico è la cordula con piselli, intestino di agnello soffritto in olio di oliva con aglio e prezzemolo e successivamente cotto in pentola con dei piselli.

Tra le specialità cagliaritane legate al mare possiamo invece menzionare le arselle e cozze a schiscionera (cucinate in tegame con aglio, olio d’oliva e prezzemolo e spolverate con pan grattato), la bottarga (uova di muggine o cefalo salate e stagionate, servite a fette sottili condite con olio d’oliva), l’aragosta alla campidanese (bollita e condita con olio d’oliva e succo di limone) e su scabbecciu (pesci conservati in soffritto di olio, aceto ed aglio).

Tra i dolci, si possono gustare le pardulas (meglio conosciute come “formaggelle”) a base di formaggio e ricotta, i bianchittus fatti con albumi e zucchero, il Pan’e Saba, fatto con farina, uva passa, noci, pinoli, mandorle e cannella e gli amaretti.

vini della provincia di Cagliari più conosciuti sono il Nuragus, la Malvasia, il Cannonau e il Campidano, mentre il Mastino è un tipico liquore.  

Piatti tipici sardi: 17 specialità da provare in Sardegna

AREE TURISTICHE

Luoghi e Borghi

Parco Nazionale della Maddalena

Il Parco Nazionale della Maddalena si trova a nord-est della Sardegna e comprende un arcipelago composto da numerose isole, di cui sette principali, note come le “sette sorelle”: la Maddalena che è la più importante, Caprera,  Santo Stefano, Spargi, Budelli, Santa Maria e Razzoli.

Il sistema costiero naturale – marino e terrestre – è intatto ad eccezione del centro abitato della Maddalena. Tutte le isole e isolette sono di natura granitica e la loro particolarità è legata al fatto di essere estremamente vicine le une alle altre e di avere fondali molto. Queste caratteristiche, insieme alle variazioni cromatiche del mare e alle straordinarie bellezze della natura, creano uno scenario incantevole, tutto da scoprire.

Gemma preziosa dell’arcipelago è l’isola della Maddalena, con le sue magnifiche spiagge bagnate da acque cristalline, sabbie rilucenti, insenature e splendidi  fondali. Il centro abitato conserva l’aspetto dell’antico borgo di pescatori con il municipio, la chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena, ma anche locali, ristoranti e negozi per ogni genere di acquisto.

Oltre alle attrattive di tipo naturalistico, Caprera mantiene vivo il ricordo di Garibaldi con la Casa Museo dell’eroe che, come le altre Case Museo sparse sul territorio nazionale, è meta ambita di turisti e curiosi. Il Parco Arcipelago della Maddalena è la meta ideale per escursioni in barca e immersioni in un mare che passa dallo smeraldo al turchese, dall’azzurro al blu intenso.

La zona comprende, inoltre, alcune delle spiagge più belle del Mediterraneo, tra cui la famosa spiaggia rosa dell’isola di Budelli, che deve il suo caratteristico colore allo scheletro di piccolissimi animali, portati a riva dalle correnti, visitabile solo con le guide. Tra le altre splendide spiagge spiccano Cala Coticciu, Brigantina e Portese a Caprera; Cala Corsara e Cala Granara a Spargi; Cala Lunga a Razzoli.

I meravigliosi fondali ospitano numerose e spettacolari specie di flora e fauna.

Stintino La Pelosa e dintorni!

Stintino, La Pelosa. Tre parole e un unica dimensione: il mare e il cielo. In questa che è fra le più note spiagge di Stintino, sembra quasi che il cielo sia caduto in mare, facendo sciogliere nell’acqua salata i colori più chiari delle nuvole bianche e quelli più turchesi del cielo sconfinato.

Incastonata nel Golfo dell’Asinara, protetta dai faraglioni di Capo Falcone, dall’isola Piana e dall’Asinara, nei pressi di Stintino, questa spiaggia caraibica, dominata dalla macchia mediterranea che corre fino al mare, emana un fascino raro. L’acqua della Pelosa è calma anche quando il maestrale impazza. La Torre aragonese, costruita nel 1578 a difesa del litorale, sorveglia la spiaggia dall’isolotto della Pelosa.

La Torre della Pelosa: fortificazione che si erge nell’isolotto omonimo e facilmente raggiungibile a piedi. Il monumento fa da custode a questo luogo di confine fra la Sardegna e il mare!
I colori del mare e la vicina Isola: Arrivati sulla spiaggia sarete catapultati in un tripudio di colori che vi faranno sentire in un vecchio romanzo dei pirati, visto che i colori sono molto simili ai Caraibi. L’Isola dell’Asinara e il suo Parco naturale vanno poi a completare il quadro che si manifesta di fronte ai fortunati visitatori.

Cala lupo

A Stintino La Pelosa è la spiaggia di riferimento per tutti i viaggiatori. Ma se vi state chiedendo “Cosa vedere a Stintino” (oltre alla Pelosa) la risposta è: le meravigliose spiagge vicine. Una fra tutte è Cala Lupo Stintino, contraddistinta da 3 principali perle:

totale assenza di caos e relax assicurato. Essendo non semplicissima da raggiungere rispetto ad altre spiagge, non è presa di mira, permettendo dunque di vivere il mare nella sua dimensione più pura.
spiaggia bianca e soffice che fa credere di essere in qualche zona esotica. E invece è la Sardegna!
possibilità di fare snorkeling ammirando i fondali con presenze di stelle marine e cavallucci. Una vera rarità!

Cala Brandinchi, la "piccola Tahiti" di San Teodoro

Esotica e lussureggiante, Cala Brandinchi, nota come “la piccola Tahiti” è una perla imperdibile durante il vostro soggiorno in Gallura. Paesaggi incontaminati caratterizzati da ginepri, cardi, giunchi vi condurranno alla scoperta di questa cala che offre attività per tutti, a circa un’ora da Olbia-Tempio. Gli sportivi potranno noleggiare kajak, gommoni e canoe, o giocare a beach volley nelle apposite aree, mentre gli amanti della natura si divertiranno a osservare aironi, fenicotteri rosa e cavalieri d’Italia nello stagno della pineta a ridosso della spiaggia.

Ti resterà impressa al primo sguardo, abbagliato dal candore della sabbia e dall’intenso turchese del mare. Ti sembrerà di stare in Polinesia o ai Caraibi, non a caso, è chiamata ‘la piccola Tahiti’. Cala Brandinchi è una spiaggia dalla bellezza esotica, inserita tra le 15 più belle di tutta la Sardegna da siti web specializzati, la conferma che il paradiso esiste anche sulla Terra. La perla più splendente di San Teodoro si distende tra Punta Sabbatino e Capo Coda Cavallo, lembo di terra granitica proteso nel mare, quasi di fronte all’imponente mole di Tavolara, montagna calcarea che esce dall’acqua e fa da quinta scenografica a un paesaggio inimitabile. La lunga e stretta striscia di sabbia bianca, fine e compatta, s’immerge nell’acqua limpida e cristallina. Il fondale è molto basso per decine di metri con ‘effetto piscina’, ideale per bagno e giochi dei bambini. Il bianco della sabbia risalta le tonalità dell’acqua: dal verde smeraldo al turchese, dall’azzurro al blu cobalto. Riflessi scuri appaiono là dove affiorano gli scogli, habitat di una ricca fauna marina e oasi per amanti di snorkeling. A contorno ci sono dune sabbiose ricoperte da ginepri, giunchi, gigli marini e piante aromatiche.

Pianifica la tua visita

Scopri l’ospitalità vivi un’esperienza creata su misura per te…

STRUTTURE DA NOI SELEZIONATE

Vivi un’esperienza indimenticabile One network Italia

ama l’Italia. E tu?

Hotel

Hotel

 

 

Hotel

 

 

Bed & Breakfast

 

 

Contattaci subito

Indicaci la tua attività

Iscrivi la tua attività gratuitamente nel nostro portale, per comparire sui motori di ricerca e farti pubblicità gratuitamente.
Inseriremo la tua attività online in pochissimo tempo così che tu sii visibile per gli utenti che cercano ciò che offri.

(+39) 327 7883519

CONSULENZA ONLINE

info@onenetworkitalia.it

Contattaci

IL TUO MESSAGGIO

Privacy

11 + 15 =