Piatti piemontesi

I piatti piemontesi da assaggiare almeno una volta nella vita

Il Piemonte è una regione ricca di cose da vedere (paesaggi naturali mozzafiato, dimore storiche, palazzi, musei, opere d’arte e tanto altro), ma anche e soprattutto cose da mangiare. Dal punto di vista gastronomico la regione piemontese è difatti una delle più ricche e variegate d’Italia: carni, verdure, formaggi, pasta, tartufi e poi ovviamente i suoi incredibili vini, fiore all’occhiello della tradizione vinicola italiana.

Tra le decine e decine di piatti che fanno parte della tradizione gastronomica regionale ce ne sono alcuni che, nell’immaginario comune, rappresentano più di altri la cucina piemontese. Altri invece, meno conosciuti al di fuori del territorio, ma altrettanto ricchi e gustosi.

Ecco dunque i piatti piemontesi che dovete assolutamente assaggiare almeno una volta nella vita.

 

Agnolotti 

Gli agnolotti sono il tipico primo piatto della cucina Piemontese e rappresentano una ricetta conosciuta ed apprezzata non solo in Italia, ma anche all’estero per la sua bontà e semplicità.

 

 

 

 

 

 

Fritto misto alla piemontese

Inizialmente servito come antipasto, il fritto misto alla piemontese è diventato oggi un secondo ricco e molto sostanzioso. Oltre che impegnativo da preparare, per le diverse cotture necessarie.

 

 

 

 

 

 

 

Brasato al Barolo

Il brasato al Barolo, è uno stufato di carne di Fassone cotto a lungo nell’omonimo vino. Uno dei piatti piemontesi per eccellenza dove la regina delle carni incontra il re dei vini. Un connubio perfetto tutto da gustare.

 

 

 

 

Bagna cauda

La bagna cauda è una salsa che nasce dalla lunga e paziente cottura di aglio, olio extravergine d’oliva ed acciughe. Viene servita in tavola  nel tegame di cottura in terracotta, e tenuta calda grazie ad uno scaldino, la bagna cauda si mangia con verdure di stagione crude e cotte come cardi, topinambur, peperoni crudi o grigliati, patate al vapore, rape ecc.

 

 

 

 

Bollito misto alla piemontese

Piatto della tradizione piemontese, il Bollito misto alla piemontese è un piatto mol

to ricco ed elaborato costituito da: sette tagli principali di manzo, cotti insieme nella pentola più grande: tenerone, scaramella, muscolo di coscia, muscoletto, spalla, fiocco di punta, cappello del prete. Poi sette ammennicoli ovvero tagli di carne da cuocersi in pentole separate: lingua, testina col musetto, coda, zampino, gallina, cotechino, rollata. Il bollito si accompagna con gustosissime salse tra cui il bagnet ecc…