Sab. Ott 1st, 2022

Fonduta alla Valdostana

Fonduta 

La fonduta è una preparazione a base di fontina caratteristica della zona alpina compresa tra la Valle d’Aosta, il Piemonte, la Savoia e la Svizzera.
In realtà, nonostante la piccola diatriba nata tra queste regioni, quella che è riuscita ad accaparrarsi la paternità della ricetta è la Valle d’Aosta, infatti l’ingrediente principale nella preparazione della fonduta è proprio la fontina valdostana DOP.
Naturalmente ognuna di queste regioni propone una versione diversa della fonduta con formaggi diversi, come quella di Reblochon o di Parmigiano, tranne il Piemonte che ricalca completamente la ricetta della fonduta alla Valdostana.

Fonduta valdostana

La fonduta valdostana è un grande classico della nostra cucina, un piatto tipicamente invernale da gustare col caminetto acceso e in dolce compagnia. Prepararla è piuttosto facile, utilizzando naturalmente gli ingredienti giusti: la ricetta valdostana, infatti, prescrive rigorosamente l’utilizzo della fontina, mentre per altri tipi di fondute la scelta del formaggio è libera.

Come fare la fonduta valdostana

Per preparare la buonissima fonduta valdostana bisogna anzitutto tagliare a fettine sottili la fontina e immergerla a bagno nel latte per almeno due ore. Poi si accende la fiamma, si incorpora il burro e si mescola fino a completa fusione del formaggio, momento in cui si possono aggiungere i tuorli. La fonduta valdostana va servita in tavola sull’apposito fornellino, o in alternativa in un tegame di coccio ben caldo. Ecco tutti i passaggi illustrati nel dettaglio.

CONSIGLIO

La fonduta risulta molto sapida pertanto non è prevista l’aggiunta del sale. Accompagnate la fonduta con patate novelle lessate o crostini di pane tostato. Per conferire un tocco gourmet, insaporite la fonduta con scaglie di tartufo!